juventus news

Bernardeschi difende Buffon e svela i tempi del suo rientro in campo

Bernardeschi – La Juventus, dopo la delusione europea, si appresta ad affrontare la Sampdoria. I bianconeri vogliono superare in fretta la cocente eliminazione col Real e, per farlo, devono portare a casa i 3 punti contro l’ultima squadra che ha inflitto loro una sconfitta in serie A.

Grande assente del match l’esterno Federico Bernardeschi, ancora alle prese con l’infortunio subito nel derby. Intervistato da calciomercato.com, l’ex Fiorentina ha svelato alcuni particolari sul suo rientro.

“Spero di esserci con il Napoli”

“Sto meglio, mi sono allenato con la squadra. Però ci sono ancora questi fastidi fisiologici, bisogna aspettare che facciano il loro corso. Ma è già un successo non aver fatto operazioni e allenarmi con il gruppo. Io scalpito e accelero i tempi, ma ci sono comunque dei tempi fisiologici che vanno aspettati. Speriamo di far parte dei convocati per le prossime partite. L’obiettivo è lo scontro diretto contro il Napoli. L’operazione è esclusa al 100%. Da quel punto di vista siamo tranquillissimi, la terapia ha funzionato”.

“Real-Juve? Siamo arrabbiati. Con la Samp cerchiamo riscatto”

Due parole sulla sconfitta con i blancos: “Delusione o rabbia? Più alta la rabbia. Siamo concentrati sui due obiettivi che sono rimasti. Ci sarà da divertirsi, da vedere una Juve arrabbiata. Buffon? Molto semplice, dico sempre che Gigi è un esempio per tutti e lo è stato per 20 anni. Ovviamente è un uomo passionale, che vive di emozioni e ci sta che in quel momento fosse deluso, perché subire un rigore un po’ dubbio fa male a tutti. Ma io a 24 anni non posso permettermi di giudicare un campionissimo come Buffon, esempio per il calcio italiano e mondiale. Mi è dispiaciuto moltissimo non esserci contro il Real. E’ stato un periodo duro, un periodo di sacrifici e di lavoro. Ci siamo dimostrati alla pari con i campioni d’Europa e, di questo, ne vado fiero“.

E, infine, due parole sulla sfida con la Samp:Noi dobbiamo fare la nostra partita e rimanere concentrati per la Sampdoria, squadra che ci ha già battuto, avversario molto organizzato. Però domani giochiamo davanti ai nostri tifosi e quindi bisognerà fare una grande prestazione. Le partite che ci aspettano sono tre grandi finali, un mini-ciclo fondamentale”.

Related Articles

Close