tuttojuve

Convocati Inter Juventus, la lista dei convocati di mister Allegri

Ormai ci siamo, domani sarà il giorno del derby d’Italia. Il giorno di Inter-Juventus, una partita fondamentale per entrambe le squadre. I nerazzurri cercano i tre punti per continuare a sperare nella qualificazione alla prossima Champions League, mentre Buffon e compagni hanno bisogno della vittoria per continuare il sogno scudetto.

Sono 21 i convocati di Massimiliano Allegri per il grande match di domani sera, al termine dell’allenamento odierno sostenuto a Vinovo.

Convocati Inter-Juve, Chiellini, De Sciglio e Sturaro assenti

Assenti gli infortunati Chiellini, De Sciglio (stagione probabilmente finita per loro) e Sturaro, questi sono gli uomini scelti dal tecnico livornese:

Portieri: 1 Buffon, 16 Pinsoglio, 23 Szczesny.

Difensori: 4 Benatia, 12 Alex Sandro, 15 Barzagli, 21 Howedes, 22 Asamoah, 24 Rugani, 26 Lichtsteiner.

Centrocampisti: 5 Pjanic, 6 Khedira, 8 Marchisio, 14 Matuidi, 30 Bentancur.

Attaccanti: 7 Cuadrado, 9 Higuain, 10 Dybala, 11 Douglas Costa, 17 Mandzukic, 33 Bernardeschi.

Allegri: “Gara tosta, ma lo scudetto non si decide domani”

Allegri Juve

Queste, intanto, le parole dell’allenatore bianconero in conferenza stampa: “Domani dovremo fare una partita tosta, non dobbiamo essere pensierosi. Dobbiamo giocare una partita di calcio, non bisogna fare altro. Nell’ultimo periodo la Juve ha fatto bune partite. Non a Crotone dove abbiamo preso un gol con un tiro. Con il Napoli negli scontri diretti è successo di tutto e abbiamo preso gol al ’90. E’ successo spesso in questa stagione, il campionato è tutto da giocare. Sento dire che il Napoli è favorito e noi dobbiamo fare il massimo possibile per raggiungere un risultato straordinario. Non dobbiamo aggrovigliarci sui pensieri.

L’Inter ha subito solo 22 gol in campionato, Spalletti ha fatto un grande lavoro. Difesa a tre? Assolutamente no. Abbiamo grandi stimoli perché il Napoli sta facendo cose straordinarie. La Juve deve solo giocare a calcio. Domani sapevamo che ci sarebbero state 80.000 persone. Sono partite straordinarie e vanno giocate con testa, tecnica, voglia e sacrificio. Caratteristiche che servono per le grandi partite.”

Articoli correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi