Juventus News

Ecco la conferenza stampa di Allegri alla vigilia del match con il Siviglia

La conferenza stampa di Massimiliano Allegri

Conferenza stampa consueta per il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, che ha parlato alla vigilia del match di Champions League contro il Siviglia, svelando solo due titolari e parlando di un unico dubbio per quello che sarà l’ undici titolare. Queste le sue parole:

Sui titolari:
“Evra giocherà titolare. L’altro sarà Buffon. Poi ho 5 giocatori a centrocampo e ho solo un dubbio in quel reparto. Ci sono giocatori che vengono dalle Nazionali, quindi deciderò domani mattina”.

Esordio stagionale in Champions League:
“La prima partita di Champions è la più importante perchè si gettano le basi. E’ normale che giochiamo per vincere. La Juventus quando gioca in Champions deve puntare sempre al massimo risultato. Il Siviglia è una squadra importante che ha vinto le ultime 3 Europa League. E’ una squadra organizzata, bisognerà essere attenti”.

All’ altezza del Barcellona:
“Sono abituato a fare una cosa alla volta. Prima dobbiamo passare il girone, poi a marzo se passeremo inizieremo un’altra Champions. Gli episodi devono andare dalla parte giusta. Se saremo all’altezza del Barcellona o meno lo vedremo. Alla fine vedremo. Dobbiamo pensare a passare il turno e a metterci bene in campionato. Perché anche le altre squadre in Serie A hanno qualità e non sarà facile”.

Differenze tra questa Juventus e quella di Berlino:
“Arrivare in finale quell’anno non è stata una sorpresa. Juventus favorita? Mi sembra eccessivo, ma è costruita per arrivare in fondo. Solo 4 giocatori hanno giocato quella partita, ci sono 6 giocatori nuovi nella rosa. Passiamo il turno e a marzo vedremo cosa ci capita. Facciamo un passo alla volta”.

Su Higuain:
“Tutti possono migliorare e lavoriamo per questo. Lo dimostra Buffon qui accanto a me. Non c’è solo Higuain, abbiamo anche Dybala, Mandzukic e Pjaca. Mandzukic ha vinto la Champions ed è un valore aggiunto per noi, visto che parliamo solo di Higuain”.

Ci vuole umiltà:
“Alla Juventus si gioca per vincere. Non bisogna farsi prendere dalle ansie. Ci saranno momenti positivi e altri negativi, ma questo non deve far passare il messaggio che siamo una squadra di brocchi. Ci vuole equilibrio nel calcio. Soprattutto noi stessi all’interno dobbiamo averlo. Troveremo difficoltà già domani col Siviglia e per vincere ci vorrà umiltà. Non facciamoci influenzare dall’euforia che c’è all’esterno”.

Dimensione più europea:
“Ve lo dirò a fine anno. Quello che conta sono i risultati. La Juventus ha consapevolezza. Il campionato è il primo obiettivo, e la Champions ce la giocheremo perchè abbiamo tante chance. Come le avevamo l’anno scorso e quello ancora prima”.

Back to top button