Juventus News

Gioia Juve: Khedira come Vidal. I numeri sono mostruosi

Che Khedira! La Juve ora si gode il tedesco

Sami Khedira ha trascinato la Juventus nelle prime uscite di questo campionato. Il tedesco, afflitto da svariati problemi fisici nella sua prima stagione in bianconero, è pronto a cucire una stagione indimenticabile. Tuttosport lancia il paragone con Vidal e ricostruisce la centralità dell’ex centrocampista del Real Madrid: “Come un nuovo acquisto. Una frase spesso abusata, non sempre poi suffragata dai fatti. Ma un Sami Khedira in salute e pronto all’uso per almeno quaranta partite in stagione, non solo andrebbe considerato come e più di un nuovo acquisto, potrebbe a ragione essere ritenuto il miglior innesto possibile per un centrocampo come quello della Juve. La prestazione disputata con la maglia della Germania, unita alle due in campionato dove ha giganteggiato pur senza aver bisogno di alzare i giri del motore, sono tre indizi che in casa Juve si spera davvero possano rappresentare una prova: quella legata al fatto che Khedira, sì, sia pronto a sfornare una delle sue migliori stagioni in carriera”.

Vidal nel mirino

Un altro centrocampista, Vidal, ha rappresentato per anni il valore aggiunto dei bianconeri anche in fase realizzativa. Oggi il tedesco si candida anche a questo ruolo. “Ed anche con la Germania, Khedira ha confermato il trend della sua vita bianconera, quello che lo vede con sempre maggior frequenza avvicinarsi alla zona gol dopo una vita da mediano quella vissuta al Real. Un assist al bacio per Mueller ed un inserimento dietro l’altro negli 84 minuti giocati contro la Norvegia, a dare continuità ad una presenza via via più costante nell’area avversaria. Il Khedira della Juve, infatti, è il vero erede di Vidal per quel che riguarda la media gol, almeno ripensando al Vidal di contiana memoria: sono 7 le reti segnate fin qui, praticamente un gol ogni quattro partite (3,8 per la precisione) di cui ben 4 nelle ultime sei tra la fine dello scorso campionato e l’inizio di quello attuale, numeri molto simili a quelli del cileno che alla Juve ha tenuto una media di una rete ogni 3,5 partite per un bottino di 48 reti in 171 partite”.

Back to top button