Juventus News

Juve, senti Ibra: “Io così grazie alla mentalità dei bianconeri”

Ibra, che parole sulla Juve!

Zlatan Ibrahimovic è fra i calciatori più forti del mondo. Eterno cannoniere, a tutte le latitudini ha strappato record, consensi e vittorie. Anche in Inghilterra l’inizio è stato fin qui boom. Sua la doppietta con cui il Manchester United ha conquistato i tre punti nell’ultimo turno di Premier League. Sue anche altre due reti: nella prima giornata e ancora prima in supercoppa inglese. Un inizio alla Ibra, un cannibale, che proprio a Manchester qualche ora fa ha raccontato un retroscena sulla sua abitudine alla vittoria. “La mia mentalità nasce alla Juventus”. Sì, Ibrahimovic ha nominato la Juventus, sua prima squadra post-Ajax nella gran carriera europea che di lì in poi l’ha visto protagonista nei principali campionati internazionali.

I ricordi dello svedese

Una versione convincente quella di Ibrahimovic perché ricca di particolari. “Alla Juve ero giovane e c’erano Vieira, Camoranesi, Trezeguet, Emerson, Thuram, Buffon, Cannavaro, Del Piero. Quella era davvero una squadra mostruosa. La mia mentalità nasce lì. Col passare degli anni poi ho preso sempre più responsabilità, e sono cresciuto ancora”. Vero, perché Ibrahimovic sembra addirittura migliorare con l’età, in barba ad uno stucchevole cliché che vede sempre pessimismo attorno ai calciatori ultratrentenni. Ibrahimovic ha fermato il tempo, e ricordato elegantemente uno dei suoi primi amori: la Juventus di Fabio Capello.

Back to top button