dybala juventus-icardi

Juventus, Dybala sotto accusa: “Critiche Sconcert-anti”

JUVENTUS – Mario Sconcerti dedica un lungo editoriale a Paulo Dybala. Tramite le pagine del Corriere della Sera si apprende il pensiero del giornalista che bacchetta senza mezzi termine il talento di Sarri.

L’ex Palermo non è ritenuto un campione e deve ancora dimostrare di essere da grande squadra. Il club di Andrea Agnelli è pronto a centralizzarlo nel progetto offrendogli anche un rinnovo contrattuale con relativo aumento dello stipendio nonostante le tante squadre interessate.

Juventus: le parole di Sconcerti

«È un grande giocatore che deve ancora trovare una grande storia. La differenza è quasi sempre lì, devi fare l’impresa. Altrimenti giochi bene, ma vinci insieme agli altri, sei indistinguibile. Il fuoriclasse è quello che prende la squadra sulle spalle e vince da solo. Oppure è colui che sa scegliere l’attimo. Nella Juve questo è più difficile perché ha sempre grandi giocatori.

Non è semplice trovarne uno più decisivo dell’altro. È anche vero che la Juve non ama gareggiare in popolarità con i suoi campioni. Deve esserle sempre un passo avanti, come la Ferrari con i suoi piloti. È per questo che a volte è tranciante, annuncia un anno prima l’addio di Del Piero, ringrazia Buffon ma lo cede, salvo riprenderlo quando però l’aureola si è spenta e torna sicuro che è lei che regala, non viceversa. In sostanza Dybala è un grande giocatore ma non ancora quello che potrebbe essere. Gli manca la sua altra metà, quella cattiva, quello che lo porterebbe ad essere completo. Oggi è uno splendido mezzo campione, ideale per scombinare le partite nel secondo tempo».