Juventus News

La conferenza stampa integrale di Max Allegri

La conferenza stampa di Allegri

Consueta conferenza stampa alla vigilia del match contro il Sassuolo per il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, che ha parlato della formazione che scenderà in campo domani alle ore 18, con alcuni cambi importanti. Questi i temi trattati:

La possibilità di vedere Pjanic dall’ inizio e la partita contro il Sassuolo:
“Pjanic nella Nazionale può giocare, quindi, non è detto perchè gioca in Nazionale debba giocare domani (ride, ndr). A parte gli scherzi, facciamo le cose serie ora… innanzitutto domani abbiamo una partita contro il Sassuolo che negli ultimi anni è sempre una squadra che ha reso difficile la vita alla Juventus. Ci sono state sempre partite combattute, è una realtà del calcio italiano, quest’anno ha l’opportunità di cimentarsi in Europa e gli auguro delle belle fortune perchè sono molto legato a quella società e sono molto legato al presidente Squinzi, quindi farò il tifo per il Sassuolo in Europa. Per noi domani è una partita importante, bisogna prendere tre punti, perchè inizia un ciclo di sette partite dove avremo  cinque partite di campionato e due di Champions. Innanzitutto pensiamo alla partita di domani, per dire che tutti hanno la possibilità in queste sette partite di poter giocare perchè l’intensità delle partite bisognerà tenerla alta. Tenerla alta giocando ogni tre giorni è impossibile farlo con gli stessi giocatori. Tutti stanno bene, ho una rosa di grande qualità e domani vedremo chi scenderà in campo”.

La rosa a disposizione e i tanti cambi possibili:
“Nel calcio tutto è possibile, l’anno scorso spesso sono stati cambiati 5-6 giocatori. E’ normale che la squadra deve trovare un suo equilibrio. Non scordiamoci che noi ci siamo ritrovati tutti insieme il 2 agosto, poi il 28 sono ripartiti tutti di nuovo con le Nazionali e ci siamo ritrovato appena ieri. Addirittura Dani Alves è arrivato ieri pomeriggio e Cuadrado è arrivato: sta facendo quello che deve fare, sperando di averlo a disposizione per domani. Normale che avere una rosa così importante mi permette di dare più riposo e magari cercare di far recuperare energie fisiche e mentali che in una stagione così lunga sono molto importanti”.

Su Cuadrado e Dani Alves:
“Per Cuadrado, stanno facendo i documenti, se tutto sarà regolare sarà a disposizione. Per quanto riguarda Dani Alves, domani giocherà Lichtsteiner. Su Stephan è stata fatta una scelta, è rimasto fuori dalla lista Champions per una scelta tecnica, ho tre giocatori in quel ruolo. Rimane un giocatore molto importante per la Juventus e domani gioca”.

Sul possibile cambio di modulo:
“Per quanto riguarda la possibilità di cambiare a livello di modulo, ho dei giocatori a disposizione che mi possono permettere di cambiare, è normale che non si cambia dall’oggi al domani, però sicuramente nel corso dell’anno ci potrebbero essere dei cambiamenti in certe partite o durante la partita”.

Le possibilità di Higuain di scendere in campo dall’ inizio:
“Higuain da zero a dieci o da dieci a zero? Da zero a dieci… nove non l’ho mai preso neanche a scuola, non mi davano neanche sei a scuola, cinque, tre, quattro, prendevo tre, due, quindi non conosco i numeri da cinque a nove… però ha buone possibilità di giocare”.

Su Berardi ed il fatto che non giochi domani:
“Berardi è un ragazzo molto interessante, sta crescendo molto  bene, ha fatto una scelta di rimanere al Sassuolo, è uno dei talenti che il calcio italiano ha a disposizione. La mancanza di Berardi… dico sempre che quando si gioca contro i grandi giocatori è meglio che non ci siano, piuttosto che ci siano. Quindi l’assenza di Berardi da una parte darà più forza al Sassuolo, dall’altra è un giocatore che dentro la partita incide molte con i gol e con gli assist”.

I singoli

Allegri ha poi parlato anche di alcuni singoli, come Khedira, Dybala e Chiellini, soffermandosi anche sulle condizioni fisiche di Claudio Marchisio:

Su Khedira:
“Khedira sta bene, ha iniziato bene il campionato, è un giocatore di spessore, non è che lo scopriamo ora Khedira. Khedira è un giocatore che anche l’anno scorso, quando non era in ottime condizioni, in buone condizioni, dentro una partita si sente”.

Su Chiellini e Dybala:
“Chiellini l’ho visto sereno, Dybala l’ho visto sereno, è rientrato prima. Giorgio ha subito un’espulsione, tra l’altro il secondo cartellino non mi sembrava neanche che lo meritasse. Con la Juventus ha fatto due buone partite all’inizio, poi un giocatore può giocare una partita meno bene, ma questo non è che gli debba togliere la serenità. E’ tornato, è sereno, domani avrà la possibilità di rigiocare, non vedo nessun problema. Ogni tanto facciamo dei processi su un giocatore che magari è stato espulso anche immeritatamente”.

Su Marchisio ed il suo recupero:
“Innanzitutto prima vediamo di farlo rientrare e poi metterlo nelle condizioni ideale di poter giocare. Quando si rientra da un crociato ci vuole un pochino di tempo, non bisogna affrettare i tempi, perchè se affrettiamo i tempi poi vengono fuori delle altre problematiche a livello muscolare come è nella statistica degli infortuni post-crociato. Sta procedendo bene il recupero, lo stanno seguendo molto bene, un passo alla volta. Speriamo di riaverlo presto in squadra soprattutto per fargli riassaporare definitivamente tutto il gruppo e metterlo dentro perchè soprattutto a livello mentale deve riattaccare la spina”.

Back to top button