Juventus News

La Juve ha scelto il clan dei senatori. Non solo BBC, entrano in quattro

Senato Juve, tra vecchi leader e novità

Tra le forze della Juve vincente degli ultimi anni è annoverabile sicuramente la grande personalità dei suoi uomini d’esperienza. Da Buffon alla difesa, certezze di un gruppo che ha saputo cementare la propria identità. Una materia, quella del “senato” bianconero, che però resta fluida. Ne parla Tuttosport. “Ci sono i leader acclarati, riconosciuti per meriti oggettivi: i “senatori a vita”. Gente come Gigi Buffon, oppure Patrice Evra, o ancora un componente qualsiasi della triade difensiva doc, non ha bisogno di sfornare ulteriori prove della propria unicità per dimostrare quanto sia fondamentale per le sorti della Juventus. Il famoso discorsetto di undici mesi fa a Reggio Emilia dopo il ko con il Sassuolo, più gli ulteriori confronti delle ore successive, hanno fatto storia in questo senso. Ma nella Juventus del terzo anno accademico allegriano risalta una novità, fra le tante, portata dall’ultima sessione di calciomercato. Nei momenti di difficoltà c’è un clan che si aggiunge ai “santoni” succitati, pronto a recitare il ruolo di sollevatore del morale della truppa”.

Nuovi leader

I nuovi nomi, finanche insospettabili, promettono di allargare la personalità della Juventus. “Dani Alves e Gonzalo Higuain su un fianco, Paulo Dybala sull’altro, con Miralem Pjanic nel mezzo, a mo’ di eccezione: l’ex romanista non è mai stato un leader, piuttosto la sua classe si stagliava fra i mediani tecnici della rosa giallorossa e pure alla Juventus sta facendo le prove di un’egemonia ancora da dimostrare. Però sono loro i “moderni” condottieri in testa al gruppo dei campioni d’Italia”.

Back to top button