tuttojuve

Tuttojuve, da Frey a Julio Cesar: ecco le parole su Buffon

Tuttojuve – Nonostante sia passata una settimana dalla gara con il Real Madrid, le polemiche sul rigore concesso ai blancos e sulla successiva reazione di Buffon, non si placano. Gli addetti ai lavori sono divisi tra chi dà ragione al portiere, confermando che Oliver ha sbagliato a concedere la massima punizione agli uomini di Zidane, e chi, invece, crede che il numero uno abbia sbagliato.

Frey: “Non capisco l’eccesso di rabbia, lasci spazio ai giovani”

Della seconda categoria fa parte Sebastien Frey, ex portiere di Parma, Fiorentina e Genoa. Il francese ha così commentato le parole di Buffon nel dopo partita: “Posso capire la rabbia considerano che Gigi arriva al termine della sua carriera e questa sarà probabilmente la sua ultima Champions League, anche perchè deve fare spazio ai giovani. Posso capire la rabbia e l’euforia negativa ma non posso capire l’eccesso.

Gigi è la bandiera della Juve e della nazionale italiana in questi anni. Un’immagine così di Gigi non è bella. La gente dovrà ricordarsi di cosa ha fatto in campo non di questi episodi. Per me ha esagerato, non ha dato un’immagine positiva.”

Julio Cesar: “Buffon? L’arbitro poteva evitare di cacciarlo”

Ad essere d’accordo con il capitano juventino, invece, è l’ex portiere dell’Inter del triplete Julio Cesar. Il brasiliano, alla Gazzetta dello Sport, ha annunciato il suo ritiro dal calcio e ne ha approfittato per esprimere un giudizio sulla faccenda Buffon: “Quel rigore lo puoi dare o non dare, ma se sei l’arbitro ad un certo punto puoi anche girarti dall’altra parte e non espellere Buffon. Detto questo: è stato Gigi a riconoscere che poteva esprimere gli stessi concetti in un altro modo. Ma quando hai tanta adrenalina in circolo, dici cose di cui poi ti puoi pentire.

Non in momenti così importanti, ma è capitato anche a me di vivere situazioni simili. Dissi di tutto a Rocchi (Inter-Napoli 0-3, ottobre 2011) quando parai un rigore di Hamsik e lui non si accorse che Campagnaro entrò in area in netto anticipo per segnare sulla respinta. E me la presi molto con Rizzoli (Inter-Milan 4-2, maggio 2012) che mi fischiò un fallo da rigore su Boateng che non c’era. Infatti poi disse pubblicamente di aver sbagliato”.

 

Close