tuttojuve

Tuttojuve, disfatta Champions per i bianconeri: via agli sfottò sul web

Tuttojuve – Una Juve non fortunata esce con le ossa rotte dalla sfida di Champions League con il Real. La squadra di Allegri è riuscita a tenere testa per un’ora agli uomini di Zidane, salvo poi sciogliersi come neve al sole dopo il gol capolavoro di Ronaldo.

La partita di ieri, per certi versi, ha ricordato la finale dello scorso giugno a Cardiff. Un primo tempo alla pari e una ripresa di sola marca blanca. Un passivo forse troppo eccessivo per i bianconeri, oggi presi di mira, ovviamente, dagli sfottò dei tifosi delle altre squadre italiane, Napoli in primis.

“I giocatori della Juve? Dateli a Sarri”

Non sono mancati i paragoni tra Allegri e Sarri. Il primo ritenuto dai media troppo difensivista, il secondo, invece, fautore del gioco più bello d’Italia.

Gioco che, nelle ultime gare, fatica ad esprimersi come negli scorsi mesi. Forse per i troppi impegni o forse per la rosa non all’altezza, almeno nelle riserve, ma comunque la squadra campana rimane con il fiato sul collo della Juve.

Ecco quindi che, alcuni sostenitori degli azzurri, non hanno perso tempo per ribadire la grandezza dell’impresa che sta compiendo la propria squadra. Senza nulla voler togliere ai vari Ounas, Milic e Macach, è evidente come le riserve dei campioni d’Italia siano superiori: Cuadrado, Bernardeschi, Mandzukic, Szczesny…

Innumerevoli gli sfottò sui social, come, ad esempio: “Ah, se il Napoli avesse le riserve della Juve! A quest’ora il campionato sarebbe stato chiuso da Natale”.

“Marcelo 3-0 è finita”

Calciomercato Juve News Real

Sempre sui social, poi, è ormai diventata virale la frase: “Marcelo 3-0 è finita”. Il brasiliano, con il suo gol, ha probabilmente chiuso il discorso qualificazione e, a molti, ha ricordato il gol di Asensio che, nella finale di Cardiff, chiuse definitivamente la partita.

Anche da quel gol derivò poi una frase: “Asensio 4-1 è finita”.

E i bus cambiano il nome della loro linea

Il folklore, si sa, è parte di Napoli e dei napoletani. Singolare, comunque, il fatto accaduto in città ieri sera.

Alcuni bus, che stavano svolgendo il loro normale servizio di linea, hanno cambiato il proprio nome in “CR7” (acronimo di Cristiano Ronaldo 7), tra gli applausi e le risate di chi attendeva alle fermate.

Un altro segnale di come, per la seconda notte in 10 mesi, il fenomeno portoghese sia diventato idolo dei tifosi di una squadra per la quale non ha mai giocato.  Secondo altri dopo il fischio finale sono stati tantissimi i fuochi d’artificio nel cielo della città.

 

 

Articoli correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi