Juventus News

Tuttosport contro il francese ex Juve : “Traditi da Pogbà”

Tuttosport ripercorre la partenza di Pogba scagliandosi contro il grande ex

“Passo indietro: a fine stagione, nel fuggi fuggi generale di bianconeri verso l’Europeo, nello spogliatoio ci si saluta. Pogba non ha l’aria di chi sta meditando sul grande addio, anche con i più “intimi” dello spogliatoio. Anzi… Il fatto che proprio il suo amico Dybala si sia esposto in modo piuttosto netto in un’intervista concessa a Malta è indicativo. «Sono sicuro che ritroverò Paul in ritiro», aveva detto non solo ai media, ma anche ai tifosi locali. E, si sa, quando un giocatore non ha voglia di dire qualcosa, ha mille modi per dribblare una domanda. Insomma, Dybala era veramente convinto che Pogba rimanesse, così come i senatori che conoscevano bene anche l’intenzione della società, ovvero tenerlo”.

Continua l’analisi di TS : “Agnelli e Marotta non avevano messo in conto la cessione di Pogba per questa stagione. Erano pronti, anzi, a un rinnovo di contratto anche piuttosto consistente per non farlo cadere in tentazione (ma certo non consistente come quello che gli ha poi offerto lo United). Il progetto della società era di venderlo al termine di questa stagione, quando il prezzo poteva anche essere superiore, anche se per primo Marotta era consapevole del “fattore Raiola”. Pogba e la società non si sono parlati (per il giocatore si è sempre espresso il suo agente). E quando tutto è stato concluso e reso noto, il silenzio è continuato. Tant’è che gli stessi compagni hanno glissato sui saluti con Pogba.”

Gigi Buffon, in particolare, ha sorvolato con ironia. “Pogba? Beh, lui è più semplice seguirlo sui social. La Juve voleva tenerlo, lui aveva detto ai compagni che sarebbe rimasto, poi…”. Sorriso che mal nasconde la grande delusione. “Raiola ha infatti lavorato sottotraccia organizzando l’operazione più costosa della storia del calcio. E Pogba, nel giro di un paio di settimane, è finito allo United. Con tanti saluti alla Juventus. Anzi no, nessun saluto”.

Back to top button