Juventus News

UFFICIALE: Record di fatturato per la Juventus. Tutte le cifre

Record di fatturato per la Juventus

Che la Juventus fosse diventata una delle potenze economiche più grandi in tutta Europa è sotto gli occhi di tutti, ora ancor di più dopo aver reso pubblico il bilancio al 30 giugno 2016, con il record di fatturato.

Il tutto è stato reso noto con il seguente comunicato, con il quale la società ha reso pubbliche tutte le cifre in tutti i settori:

“Il CdA approva il Progetto di Bilancio al 30 Giugno 2016 e convoca l’Assemblea Ordinaria degli Azionisti. 

L’esercizio 2015/2016 conferma il trend di miglioramento evidenziato negli ultimi anni; per il secondo anno consecutivo, la gestione si è chiusa con un utile di bilancio.

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il progetto di bilancio per l’esercizio chiuso al 30 giugno 2016 evidenzia un utile di € 4,1 milioni che sarà destinato a riserve.

L’Assemblea ordinaria degli Azionisti sarà convocata per il 25 ottobre 2016, ore 10, in unica convocazione presso lo Juventus Stadium.

Il Consiglio di Amministrazione di Juventus Football Club
S.p.A., riunitosi oggi a Torino sotto la Presidenza di Andrea Agnelli, ha approvato il
progetto di bilancio per l’esercizio chiuso al 30 giugno 2016 che sarà sottoposto
all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti, convocata per il 25 ottobre 2016, ore 10, in unica convocazione presso lo Juventus Stadium.

Sintesi dei risultati
L’utile dell’esercizio 2015/2016 è pari a € 4,1 milioni ed evidenzia una variazione
positiva di € 1,8 milioni rispetto all’utile di € 2,3 milioni dell’esercizio precedente. Tale
variazione deriva principalmente dai maggiori proventi della gestione calciatori, pari a € 22,9 milioni, e dal generale aumento dei ricavi ricorrenti per € 16,8 milioni, di cui
€ 13,5 milioni per l’attività di vendita di prodotti e licenze, a cui si aggiungono ricavi
netti non ricorrenti per € 8,9 milioni. Tali incrementi sono stati parzialmente
compensati dall’aumento dei costi per il personale tesserato per € 18,9 milioni e non  tesserato per € 4,2 milioni, dall’aumento dei costi per servizi esterni per € 5,6 milioni, da maggiori ammortamenti sui diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori per € 9,2 milioni, dagli acquisti di prodotti destinati alla vendita per € 4,3 milioni e da maggiori oneri da gestione diritti calciatori per 3,9 milioni, nonché da altre variazioni nette negative per € 0,7 milioni. Queste ultime includono principalmente maggiori
accantonamenti (€ -1,5 milioni) e la quota di pertinenza del risultato di società collegate e joint venture (€ -0,7 milioni) parzialmente compensati da minori oneri finanziari netti (€ +0,5 milioni) e minori imposte dell’esercizio (€ +1 milione).
Il patrimonio netto al 30 giugno 2016 è pari a € 53,4 milioni, in aumento rispetto al
saldo di € 44,6 milioni del 30 giugno 201
5, per effetto dell’utile dell’esercizio (€ +4,1milioni), della movimentazione della riserva da fair value su attività finanziarie (€ +4,4milioni), della Riserva da cash flow hedge (€ +0,2 milioni) e della Riserva da utili/perditeattuariali (€ +0,1 milioni).

Al 30 giugno 2016 l’indebitamento finanziario netto ammonta a € 199,4 milioni ed
evidenzia un incremento di € 10,5 milioni rispetto al dato di € 188,9 milioni del 30 giugno2015 determinato dagli esborsi legati alle Campagne Trasferimenti (€ -40,2 milioni netti),dagli investimenti in altre immobilizzazioni (€ -10,4 milioni netti), dagli investimenti inpartecipazioni (€ -0,3 milioni) e dai flussi delle attività finanziarie (€ -5,2 milioni). Talivariazioni negative sono state parzialmente compensate dai flussi positivi della gestioneoperativa (€ +43 milioni) e dai rimborsi netti di anticipi versati in precedenti esercizi per il Progetto Continassa (€ +2,6 milioni).

Al 30 giugno 2016 la Società dispone di linee di credito bancarie per € 414,5 milioni, dicui € 270,3 milioni revocabili, utilizzate per complessivi € 245,2 milioni, di cui € 69,5
milioni per fideiussioni rilasciate a favore di terzi, € 39,3 milioni per finanziamenti e
€ 136,4 milioni per anticipazioni su contratti e crediti commerciali. 

Principali fatti di rilievo dell’esercizio 2015/2016

Stagione sportiva 

Nella stagione sportiva 2015/2016 la Prima Squadra ha primeggiato in tutte le
competizioni nazionali:
– l’8 agosto 2015 ha conquistato la settima Supercoppa Italiana della sua storia;
– il 25 aprile 2016 ha vinto, per il quinto anno consecutivo e con tre giornate di
anticipo, il Campionato di Serie A 2015/2016 (34° scudetto della propria storia) e
ha acquisito l’accesso al Group Stage della UEFA Champions League 2016/2017;
– il 21 maggio 2016 si è aggiudicata per l’undicesima volta la Coppa Italia.
La partecipazione alla UEFA Champions League si è interrotta con l’eliminazione della
Prima Squadra agli ottavi di finale.
La Squadra Primavera ha vinto per la nona volta il prestigioso torneo internazionale
Coppa Carnevale di Viareggio. 

Effetti della Campagna trasferimenti 2015/2016
Acquisti e cessioni di diritti pluriennali alle prestazioni sportive di calciatori
Le operazioni perfezionate nella Campagna Trasferimenti 2015/2016, svoltasi come diconsueto nelle fasi estiva (dal 1° luglio al 31 agosto 2015) e invernale (dal 4 gennaio al 1° febbraio 2016), hanno comportato complessivamente un aumento del capitaleinvestito di € 139 milioni derivante da acquisizioni ed incrementi per € 160,9 milioni ecessioni per € 21,9 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti).
Le plusvalenze nette generate dalle cessioni ammontano a € 36,5 milioni.
L’impegno finanziario netto complessivo, ripartito in quattro esercizi, è pari a € 101,1
milioni inclusi gli oneri accessori, nonché gli oneri e i proventi finanziari impliciti sugli
incassi e pagamenti dilazionati.
Esercizio diritto di opzione Il 29 aprile 2016 è stato esercitato il diritto di opzione per l’acquisizione a titolo definitivo del calciatore Mario Lemina dall’Olympique de Marseille SASP per un corrispettivo di € 9,5 milioni, pagabile in quattro rate, che potrebbe incrementarsi di € 1 milione al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi nel corso della durata contrattuale.

Gestione diretta delle attività di licensing, merchandising e soccer school
Il 1° luglio 2015, a seguito della decisione da parte di Juventus di gestire direttamente le attività di licensing e di merchandising, sono stati riaperti i negozi di Via Garibaldi a Torino ed il Megastore presso il Centro Commerciale Area 12 adiacente lo Juventus Stadium, completamente rinnovati in collaborazione con il nuovo sponsor adidas.

Le attività, i contratti in essere ed il personale di Juventus Merchandising (società
appartenente al gruppo Nike) sono stati trasferiti a Juventus con l’acquisizione del
relativo ramo d’azienda avvenuta il 30 giugno 2015. La struttura interna cui sono affidate le attività di licensing, retail e soccer school è oggi formata da 47 risorse.
Progetto Continassa: avvio dell’operatività del fondo immobiliare J Village
Nel corso del mese di luglio 2015 Accademia SGR S.p.A., Società di Gestione del
Risparmio controllata da Banca del Sempione S.A., ha dato avvio all’operatività del fondo immobiliare J Village per lo sviluppo del progetto di riqualificazione e di valorizzazione di gran parte dell’Area Continassa, contigua allo Juventus Stadium, promosso da Juventus.

In particolare, Accademia SGR ha provveduto a raccogliere gli impegni di investimento di vari sottoscrittori per complessivi € 58,8 milioni e a siglare il contratto di finanziamento con gli istituti finanziatori del fondo immobiliare J Village, UBI Banca S.c.p.A. e Unicredit S.p.A., per complessivi massimi € 64,5 milioni.
A seguito di tali eventi è divenuto efficace l’atto del 30 giugno 2015 con il quale Juventus ha apportato al fondo immobiliare J Village la titolarità dei diritti di superficie su un’area di circa 148.700 metri quadrati e dei relativi diritti edificatori per 34.830 metri quadrati di SLP (Superficie Lorda di Pavimento) per un controvalore complessivo di € 24,1 milioni,  determinato in base alla relazione di stima redatta dall’esperto indipendente ai sensi del D.M. 5/3/2015, n. 30. A fronte dell’apporto, che ha generato un provento netto di circa € 10,3 milioni, Juventus ha ricevuto quote del fondo immobiliare J Village del valore di € 24,1 milioni.

Ottenuti via via i permessi a costruire da parte della Città di Torino, a partire dai primi mesi dell’esercizio 2015/2016 sono iniziati i lavori per la realizzazione delle opere di urbanizzazione, della Scuola Internazionale, dell’Hotel, del nuovo Training and Media Center, della nuova sede sociale di Juventus, che si insedierà nel lotto dell’antica Cascina Continassa e, infine, dell’immobile che accoglierà attività commerciali, di intrattenimento innovativo e di ristorazione (Concept Store).
Accademia SGR ha affidato la costruzione della nuova sede sociale, dell’Hotel, della
Scuola Internazionale, del Concept Store e delle opere di urbanizzazione a Pessina
Costruzioni S.p.A.; a Costruzioni Generali Gilardi S.p.A. è stato assegnato l’appalto
relativo al nuovo Training and Media Center.

Il programma dei lavori prevede la consegna delle prime opere entro l’inizio dell’estate del 2017. Juventus ha mantenuto la titolarità del diritto di superficie su un’area residua di circa 15 mila metri quadrati su cui insistono diritti edificatori per 3.170 metri quadrati di SLP. Inizio attività J Medical Il 23 marzo 2016 è stato inaugurato il J Medical, centro poliambulatoriale, diagnostico, fisioterapico e di medicina sportiva situato nel Comparto Est dello Juventus Stadium.

L’investimento sostenuto da Juventus per la ristrutturazione dei locali, circa 3.500 metri quadrati, è stato di circa € 4,8 milioni.
Si ricorda che J Medical S.r.l. è una società a controllo congiunto (joint-venture) di
Juventus e Santa Clara S.r.l..
Ampliamento J Museum
Nel corso del primo semestre dell’esercizio sono terminati i lavori di ampliamento del
J Museum per la realizzazione di due nuove aree espositive dedicate alla mostra
permanente di cimeli e memorabilia di campioni di altre discipline sportive, tifosi
bianconeri, e alla Prima Squadra (170 metri quadri), aperte al pubblico rispettivamente il 4 ottobre 2015 e il 16 dicembre 2015.
Ottimizzazione delle fonti di finanziamento
Da settembre 2015, al fine di ottimizzare la composizione delle fonti di finanziamento e inottemperanza ai regolamenti di settore, la Società ha dato esecuzione ad un programma di conversione di una significativa parte dell’indebitamento a breve termine in forme di finanziamento a medio-lungo termine. Al 30 giugno 2016, completato il programma, le linee di credito ammontano complessivamente a € 414,5 milioni, di cui € 270,3 milioni a revoca ed € 144,2 milioni a medio-lungo termine.

Inoltre, l’11 aprile 2016 Juventus ha stipulato un finanziamento di € 10 milioni con
l’Istituto per il Credito Sportivo per l’ulteriore sviluppo dell’area dello Juventus Stadium. 

Dopo i mutui sottoscritti nel 2009 per la costruzione dello stadio, l’Istituto per il Credito Sportivo ha infatti concesso un nuovo mutuo decennale a copertura degli investimenti sostenuti per la ristrutturazione dei locali situati nel Comparto Est dell’impianto e dei recenti lavori di ampliamento dello Juventus Museum.
Il mutuo copre inoltre la quota parte dell’investimento effettuato in passato da Juventus per acquisire le aree dove sorgeranno il nuovo Juventus Training & Media Center e la nuova sede sociale, oggi in corso di costruzione da parte del fondo immobiliare J Village.

Principali fatti di rilievo avvenuti dopo il 30 giugno 2016
Campagna trasferimenti 2016/2017 – prima fase
Acquisti e cessioni di diritti pluriennali alle prestazioni sportive di calciatori
Le operazioni perfezionate nella prima fase della Campagna Trasferimenti 2016/2017, svoltasi dal 1° luglio al 31 agosto 2016, hanno comportato complessivamente un aumento del capitale investito di € 121,9 milioni derivante da acquisizioni ed incrementi per € 156,2 milioni e cessioni per € 34,3 milioni (valore contabile netto dei diritti ceduti).

Le plusvalenze nette generate dalle cessioni ammontano a € 115,6 milioni.
L’impegno finanziario netto complessivo, inclusi gli oneri accessori nonché gli oneri e i proventi finanziari impliciti sugli incassi e pagamenti dilazionati, è pari a € 45,4 milioni. 

Campagna abbonamenti 2016/2017
La Campagna Abbonamenti per la stagione 2016/2017 si è chiusa con la sottoscrizione di tutte le 29.300 tessere a disposizione per un ricavo netto di € 24,1 milioni (28.000 tessere e € 21,6 milioni nella stagione precedente), inclusi i Premium Seats e i servizi aggiuntivi. Riscatto Centro Sportivo di Vinovo
Nel luglio 2016 Juventus ha esercitato l’opzione per il riscatto dello Juventus Training Center di Vinovo ed ha acquisito da Unicredit Leasing S.p.A. la proprietà dello stesso sottoscrivendo il relativo atto di compravendita e versando il corrispettivo di € 7,7 milioni. 

Evoluzione prevedibile della gestione Obiettivo della Società è di consolidare il sostanziale equilibrio della gestione economica raggiunto negli ultimi due anni.
Nell’esercizio 2016/2017 è previsto un significativo incremento dei costi relativi al
personale tesserato e agli ammortamenti derivanti dalle acquisizioni effettuate nel corso della prima fase della Campagna Trasferimenti 2016/2017. Peraltro, i proventi già generati dalle cessioni perfezionate nel corso della stessa e l’incremento di altri ricavi operativi consentono di prevedere che anche l’esercizio 2016/2017 evidenzierà un risultato economico positivo.

Si ricorda inoltre che la Relazione sulla remunerazione, redatta ai sensi dell’art. 123- ter del D. Lgs.58/98, sarà sottoposta all’approvazione dell’Assemblea degli Azionisti.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Marco Re dichiara ai sensi del comma 2, articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza, che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Il progetto di bilancio di Juventus Football Club S.p.A. al 30 giugno 2016 sarà sottoposto a revisione contabile dalla Società di Revisione e sarà esaminato dal Collegio Sindacale che emetteranno le proprie relazioni entro i termini di legge”.

Back to top button