Extra Juve

Vodafone: Crescono clienti e ricavi su linea fissa

I numeri dell'operatore in costante crescita

La più grande rete cellulare d’Italia si sta rinnovando ancor di più: stiamo parlando di Vodafone, azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. Vodafone ha di recente diramato i propri risultati finanziari, in particolare quelli relativi agli ultimi tre mesi dell’anno 2020. Quello che emerge è un risultato estremamente positivo: infatti, dopo un periodo di stallo causato dall’emergenza sanitaria, sono tornati a crescere tutti i ricavi complessivi. Sono aumentati sia i ricavi correlati ai servizi, sia quelli collegati alla linea fissa, che ha guadagnato clienti e ricavi.
La multinazionale di telefonia cellulare, pertanto, sta continuando nei processi di investimento, con l’obiettivo a breve termine di potenziare e perfezionare tutte le reti FWA (acronimo di Fixed Wireless Access) e 5G (le tanto discusse tecnologie di telefonia mobile di quinta generazione).

Il successo della fibra Vodafone

Il piano di copertura FWA di Vodafone sta proseguendo in maniera sostanziale: l’azienda ha raggiunto in breve tempo più di 5mila comuni in tutte le regioni d’Italia. Il numero di utenti complessivi è superiore alle 3 milioni di famiglie. Nel solo mese di dicembre, inoltre, Vodafone è riuscita a raggiungere ed a superare il 90% della copertura 5G degli abitanti nella sola città di Milano; l’azienda è stata in grado di concludere tutti i suoi 41 programmi, i quali prevedevano un’ampia sperimentazione delle reti di ultima generazione nel capoluogo lombardo. Infine, nelle settimane scorse Vodafone è riuscita ad ottenere – vincendo ben due differenti bandi – la sperimentazione per il 5G in diverse città italiane.
I risultati condivisi dall’azienda mostrano come siano cresciuti i clienti che hanno deciso di optare per la fibra Vodafone, il che significa che l’impatto drastico del Covid-19 sui conti di Vodafone Italia è decisamente entrato in fase di discesa. Sono in fase di ripresa i ricavi ottenuti dai servizi, che tornano in verde sulla base trimestrale, dopo due trimestri iniziali in discesa netta.
Una leggera nota negativa la si evidenzia se si confronta il fatturato dell’anno trascorso, rispetto al 2019. L’anno appena trascorso, infatti, è in calo circa dell’8% rispetto al 2019: questo risultato è dovuto specialmente alla riduzione degli spostamenti internazionali. Date le limitazioni nei trasporti, nel turismo e nelle trasferte europee ed extra-europee, i ricavi complessivi derivanti dal servizio di roaming si sono ridotti in maniera considerevole, ma non drammatica. Tuttavia, sono anche in diminuzione – seppur lieve – i clienti che possiedono una linea mobile cellulare Vodafone: infatti, se si confronta il 2020 con l’anno precedente, i clienti che si sono allontanati da Vodafone sono stati all’incirca 200mila.
A calare sono anche i guadagni complessivi dovuti alla linea mobile: l’azienda ha registrato una diminuzione del 10%. Anche questa riduzione è certamente stata causata dalle conseguenze della pandemia da Nuovo Coronavirus; in secondo luogo, va anche menzionato che si è registrati un aumento della concorrenza sul mercato della telefonia mobile.
Straordinariamente, le reti di Vodafone sono state in grado di gestire con un ampio margine di positività un ulteriore trimestre con un record di traffico dati. Si tratta certamente di un grande successo, soprattutto se si tiene conto che molti Paesi in tutto il continente stanno continuamente affrontando e sopportando lunghi e intensi periodi di lockdown, dovuti al virus. I clienti mobile e di linea fissa dipendono oggi più che mai da aziende come Vodafone. L’azienda è riuscita a mantenere alta al fiducia nei clienti, raggiungendo anche tale obiettivo ma, al contempo, riducendo ancor di più la ‘carbon footprint’. Inoltre, Vodafone si sta impegnando enormemente per rendere tutte le reti europee sempre più sostenibili, già entro le prime settimane dell’estate 2021.
I corrispondenti dell’azienda si sono mostrati fieri e riconoscenti per il lavoro eccellente che i dipendenti di Vodafone – e più in generale di tutto il settore delle telecomunicazioni – hanno svolto senza sosta in questi mesi difficili. Aziende come Vodafone hanno consentito a tutta la società di rimanere connessa, sostenendo campi critici come la ricerca, l’istruzione e la sanità. Vodafone, per conto suo, ha deciso fin da subito di contribuire tramite più di 150 milioni di euro, elargiti attraverso donazioni dirette ma anche mediante dei servizi offerti a chi ne aveva necessità.
I risultati migliori per Vodafone provengono proprio dalla linea fissa: i ricavi provenienti da questo segmento promettono grandi cose. Nell’ultimo trimestre del 2020, i ricavi ricondotti al servizio di linea fissa Vodafone aumentano al netto dell’1,1%: la percentuale è pari a 307 milioni di euro. I clienti che sfruttano la banda larga sono più di 3 milioni, un numero che aumenta del 3,3% se confrontato con il medesimo trimestre dell’anno precedente (quasi 100.000 clienti in più). Di particolare interesse sono i servizi della fibra ottica: la fibra Vodafone ha incredibilmente raggiunto ben 24,4 milioni tra nuclei famigliari ed aziende; di questi clienti, ben 8,3 milioni sono unità immobiliari attraverso la rete proprietaria ultra broadband e resi possibili per mezzo della partnership con Open Fiber.

Umlaut, nPerf ed Altroconsumo – che rappresentano gli osservatori più importanti in termini di qualità e sicurezza delle reti mobili – hanno di recente premiato Vodafone, riconoscendole il primato della rete. A livello di gruppo aziendale, i guadagni registrati durante il trimestre ottobre-dicembre 2020 mostrano una crescita netta pari allo 0,4%, su base annuale.
L’azienda che punta al futuro. Sono orgogliose e promettenti le dichiarazioni di Nick Read, amministratore delegato del Gruppo Vodafone; secondo il CEO, infatti, la crescita del gruppo non è altro che il risultato del continuo avanzamento commerciale di tutta l’attività aziendale, compreso l’impegno all’interno del mercato più grande di tutti, la Germania. I grandi obiettivi raggiunti e le performance positive non fanno altro che sottolineare la fiducia che l’azienda ripone nelle prospettive per l’intero anno. Secondo N. Read, Vodafone ha realizzato ulteriori e significativi progressi sulle proprie priorità di strategia, tra cui spicca l’IPO di Vantage Towers all’inizio del 2021 – progetto che prosegue meglio delle aspettative, e che adesso comporterà una partecipazione aziendale superiore al 50% nella ‘joint venture’ delle torri inglesi con Telefonica.

L’azienda si distingue anche sul fronte dell’eco-sostenibilità: in Italia, l’azienda di telecomunicazioni sta guidando con distacco la ‘rivoluzione green’. Il gruppo si è posto obiettivi intensi, ma concreti e strabilianti: Vodafone mira ad arrivare a risultati concreti entro luglio 2021, e già da novembre 2020 la compagnia ha dichiarato che la sua rete è interamente supportata da delle fonti del tutto rinnovabili. Vodafone risulta la prima fra tutte le aziende di telecomunicazioni in Italia; in maniera responsabile, l’azienda ha anticipato di puntare agli obiettivi di zero emissioni proprie di gas a effetto serra entro l’anno 2025.
Anche grazie ad aziende promettenti ed efficienti come Vodafone, il mercato italiano si riconferma come il secondo Paese per rilevanza nel continente europeo, inferiore solamente alla Germania. L’Italia, inoltre, si rileva comunque leader all’interno della classifica dei Paesi che hanno registrato un più importante consumo di dati internet da smartphone e tablet. Infatti, il traffico non fisso che viene generato nella Penisola corrisponde ad oltre un terzo del traffico complessivo di tutta l’Europa: si tratta di un valore enorme, che si aggira intorno ai 600.000 petabyte di dati utilizzati su un totale di 3 milioni di petabyte complessivamente consumati nell’Unione Europea nell’anno 2020.

Back to top button